• Menu

  • Avvisi

La Parrocchia

 Alessandro01

La parrocchia di Sant’Alessandro è costituita da tutti i fedeli del rione Cascinetta ed è affidata alle cure pastorali di Monsignor Carlo Galli e di Don Giovanni Ciocchetta.
Il parroco è coadiuvato e assistito da:

  • Il Consiglio Pastorale Parrocchiale (CPP), i cui membri sono nominati dal parroco a seguito di una consultazione pubblica fra parrocchiani che sono chiamati ad esprimere con il voto i loro candidati al CPP,sono quindi scelti dalla comunità parrocchiale tenendo conto dei criteri fondamentali per far parte di un CPP che sono: siano persone aperte al cammino di fede, condividano la vita della comunità, abbiano compiuto 18 anni d’età. Ha la funzione di aiutare il parroco nel discernimento pastorale, cioè nel formulare e portare avanti le grandi linee della pastorale parrocchiale. In genere è composto da 5 fino a 20 membri. A norma del CDC ha soltanto voto consultivo. Dura in carica 4 anni
  • Il Consiglio Parrocchiale per la Gestione Economica (CPGE), anch’esso nominato dal parroco su suggerimento dei membri del consiglio pastorale, e dopo l’approvazione da parte del Vescovo . Aiuta il parroco nell’amministrazione dei beni della parrocchia. Dura in carica 5 anni. Il parroco presidente, designa un suo rappresentante al CPGE, inoltre può scegliere una persona esterna che funga da segretario. Il parroco può affidare a singoli consiglieri deleghe particolari per facilitare l’azione del consiglio stesso.

Nella parrocchia si conservano i documenti dell'”anagrafe ecclesiastica”: atti di battesimo, atti di confermazione, atti di matrimonio, atti di morte.
La parrocchia è il motore dell’attività pastorale nel suo territorio.
In essa si porta avanti:

  • La catechesi in preparazione ai sacramenti dell’iniziazione cristiana: battesimo, riconciliazione, confermazione, prima comunione.
  • La pastorale dei bambini e dei ragazzi.
  • La pastorale degli adolescenti e dei giovani.
  • I corsi di preparazione al matrimonio.
  • La pastorale della terza età.
  • La pastorale della carità, della quale è promotrice la Caritas parrocchiale.
  • L’attenzione pastorale ai malati, e in particolare ai morenti, e la celebrazione dell’unzione degli infermi.
  • Il coordinamento e la promozione dei gruppi, associazioni e movimenti presenti in parrocchia.
  • La benedizione delle famiglie, tramite la quale il parroco ha anche la possibilità di conoscere capillarmente i suoi parrocchiani.

Alessandro02        Alessandro03

 

 

 

 

 

 


Festeggiamo don Carlo!!!!

25 febbraio 2020
Don Carlo, Martedì 25 febbraio, insieme ad un gruppo di suoi compagni di ordinazione sacerdotale, ricorderà 59 anni di ordinazione sacerdotale avvenuta il 25 Febbraio del 1961....
Leggi tutto...

Tempo di Quaresima

17 febbraio 2020
Per chi lo desidera, sono disponibili i sussidi che ci possono aiutare a vivere passo dopo passo i giorni verso Pasqua ed il programma della Quaresima:...
Leggi tutto...

Siamo rimasti in pochi

17 febbraio 2020
Leggi tutto...

Dio ti vede

10 febbraio 2020
“Ricordati che Dio ti vede!”. Pronunciata con voce con voce sinistra e severa dalla mia suora dell’asilo questa frase ha risuonato in me per lunghi anni come un’oscura minaccia alla quale era impossibile sottrarsi. Dio ti vede! Molti anni dopo – non è mai troppo tardi – mi hanno spiegato il significato vero della frase. Non ti guarda per castigarti, non ha il mirino puntato, pronto ad abbatterti al primo sgarro con infallibile mira da cecchino. Non è da Lui.
Leggi tutto...

Gli occhi di un vecchio

3 febbraio 2020
Mi sorprende la figura di Simeone, un uomo che passa la vita ad aspettare, che invecchia senza vedere nulla, e che a termine corsa apre gli occhi al mistero, guarda, osserva, vede cose che altri non vedono. Forse perché usa gli occhi del cuore, o più semplicemente – come dice la Scrittura – perché è “mosso dallo Spirito”, si lascia guidare da un altro, proprio come fanno i vecchi quando mancano le forze e si appanna la visuale dell’orizzonte....
Leggi tutto...